giovedì 21 ottobre 2010

Meringata al cioccolato


Nella preparazione di un dolce ci sono regole ferree da seguire: le dosi sono importanti, è una questione di precisione, di pazienza e di dedizione.

Per questo motivo per me diventa come una specie di “training autogeno”: quando mi sento un pochino sotto pressione preparo anche 3 dolci di fila, a volte rimanendo in cucina fino a notte!*
Mica per niente questo blog è pieno di dolci :-)

La ricetta è di Bernachon, tratta da “La passion du chocolat”: la chiama "meringata" ma assomiglia più ad un biscotto morbido alle mandorle.
E’ un dolce molto semplice da preparare, con pochi ingredienti che devono essere di ottima qualità.
Anche un ottimo modo per riciclare gli albumi, magari avanzati dopo che avete preparato la pasta brioche:-)
Se non amate l'amaro del cioccolato fondente lo potete sostituire con un buon cioccolato al latte o gianduia.

Meringata al cioccolato




Ingredienti:

per la “meringa”:
6 albumi
180 grammi di zucchero
180 grammi di farina di mandorle (o mandorle sbucciate e passate al mixer)

Per la ganache:

300 grammi di cioccolato fondente (70%)
250 grammi di panna fresca

Per la copertura:
cacao in polvere

La sera prima preparate la ganache: mettete la panna in una casseruola, portate a bollore e lasciate cuocere per un minuto mescolando con la frusta. Togliete dal fuoco.
Rompete il cioccolato a pezzetti e aggiungetelo alla panna bollente, mescolando fino ad ottenere un composto omogeneo e liscio. Coprite, lasciate raffreddare a temperatura ambiente e ponete in frigorifero per almeno 12 ore.
Montate gli albumi a neve fermissima e aggiungetevi poca alla volta la farina di mandorle, mescolando con delicatezza e facendo attenzione a non smontare il composto.
Su due placche da forno ponete due fogli di carta-forno sui quali avrete disegnato due cerchi di 22 centimetri di diametro.
Aiutandovi con una tasca da pasticcere ponete sui dischi disegnati il composto di mandorle, partendo dal centro e girando a spirale verso l’esterno.
Cuoceteli in forno a 220 gradi per 8 minuti (io ho dovuto abbassare il forno perché si stavano colorando troppo velocemente) e lasciateli raffreddare completamente. Risulta, come dicevo, una specie di biscotto morbido.
Ammorbidite la ganache a bagnomaria, mescolando bene.
Coprite un disco con uno strato di un centimetro di ganache, usando la tasca da pasticceria.
Ponetevi sopra l’altro disco con la parte liscia in alto. Fate raffreddare in frigorifero per un’oretta e poi spalmate il resto della ganache sul dolce, lisciando bene con una spatola anche sui lati.
Spolverizzate la superficie con il cacao.
Se lasciate il dolce in frigorifero per qualche ora, riuscirete a tagliare fette perfette.
Con questo post partecipo alla golosissima raccolta di Dolcemente Neve: Passione al cioccolato!


*poi magari, dopo aver pesato tutto al grammo, mescolato dal basso verso l’alto e tutto il resto, imposto male la temperatura del forno, e allora addio alla calma interiore!

8 commenti:

  1. Ma tesoro mio questa da dove spuntaaaaaaaaaaa!!!! Mamma che buona che deve essereeeeeeeeeee... comunque ora lo senti tu Peppe... quando vede che hai pubblicato questa bontà... ehehehehe mi sa che presto ne dovrai fare un'altra :-)

    RispondiElimina
  2. @Etta ma sai che pensavo che piacesse solo a Fiordi per il gusto un pò amarognolo del cioccolato fondente? Invece chi l'ha assaggiata ha apprezzato:-)
    @Lilly grazie:-)
    @Stefania, è semplice semplice ma davvero goloso:-)

    RispondiElimina
  3. IO l'ho aprezzata eccome! :P
    La prossima me la dedichi e la fai al gianduja, verooo???

    RispondiElimina
  4. Ho un cane goloso che, quando vede le cose da mangiare,mi allaga il pavimento con le bave. Guardando le fotografie della torta anch'io......Tinu.

    RispondiElimina
  5. @Cleme, hai reso l'idea:-)))Che ridere il tuo cane!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Pin It button on image hover