lunedì 20 febbraio 2012

Tagliatelle fritte caramellate al limone



Non mi è mai piaciuto il carnevale. Sarà che coincide con il periodo più freddo dell'anno e anche con il picco dell'influenza stagionale, mi mette anzi una certa tristezza.  L'unica cosa davvero notevole di questo periodo  sono i dolci tradizionali. Ogni regione ha i suoi, ma in una cosa si assomigliano: sono tutti, o quasi, dolci fritti. Frappe (o intrigoni, o sfrappole, cenci, galani o bugie, o ancora lasagne, grostoli: ogni zona ha un nome diverso per lo stesso dolce), e poi tortelli, fritole, castagnole, zeppole, bignole, cicerchiata, struffoli...ce ne sono per tutti i gusti!
Domani è martedì grasso, ultimo giorno di carnevale e visto che ormai mi sono data alla frittura carnevalesca - dopo queste non friggo più per sei mesi! - non potevano mancare queste tagliatelle dolci, tipiche dell'Emilia Romagna, ma anche di altre parti d'Italia.

Tagliatelle fritte caramellate al limone


per la pasta:
200 grammi di farina
2 uova
2 cucchiai di zucchero
1 cucchiaio di brandy o altro liquore
qualche goccia di estratto di vaniglia 
un pizzico di sale

per condire:
scorza grattugiata di 3 limoni biologici 
150 grammi di zucchero semolato

per friggere:
un litro di olio di semi di arachidi

In una ciotola unite la scorza di limone allo zucchero, mescolando bene.

Impastate gli ingredienti  della pasta come per una normale sfoglia per tagliatelle, fino a che otterrete un composto liscio, che non si attacca al piano di lavoro. Lasciatelo riposare mezz'ora e tiratelo in una sfoglia sottile con il mattarello, formando un rettangolo il più  regolare possibile.
Cospargete uniformemente con la miscela di zucchero e limone.
Arrotolate stringendo bene  e lasciate riposare il rotolo per mezz'ora (se le preferite compatte, come le mie. Il riposo contribuisce allo scioglimento parziale dello zucchero, che lega in questo modo gli strati di pasta tra loro, impedendo ai dolcetti di aprirsi in cottura. Altrimenti lasciate il rotolo più lento e omettete il riposo) .
Tagliatelo in tante fettine dello spessore di mezzo centimetro e friggetele, poche alla volta,  in abbondante olio di arachidi che avrete portato alla giusta temperatura.
Scolatele su carta assorbente liscia, tipo quella dei sacchetti del pane, non su carta da cucina,  perché lo zucchero si scioglie diventando caramello (appiccicoso finché caldo) che si attaccherebbe alla carta assorbente.
Quando si raffredderanno diventeranno croccanti, per via dello zucchero caramellato.

Con queste dosi non ne vengono molti: se vi piacciono i fritti croccanti e il sapore di limone, abbondate, non vorrei vedervi soffrire per colpa mia:)
Al posto di scorza di limone si può usare scorza d'arancia.
Se volte potete cospargerli di zucchero a velo, a noi piacciono senza.





12 commenti:

  1. Queste delizie le conosco bene, e sono talmente buone che una volta che le hai preparate....(per rimanere in tema) sei fritta!!!! :-D
    Una tira l'altra!

    RispondiElimina
  2. che belle,non le conoscevo affatto!voglio provarle sembrano davvero buonissime!complimenti!

    RispondiElimina
  3. Come devono essere buone!! Non le conoscevo, grazie!

    RispondiElimina
  4. Sono buonissime, le faro' presto !!! :-)

    RispondiElimina
  5. Le tue mi attirano particolarmente, certamente ottime ma bellissime!

    RispondiElimina
  6. Adoro questi dolcetti che tra l'altro la mia mamma ha fatto fino a poco tempo fa. Appena li ho rivisti mi è tornata voglia di rifarli di nuovo. Quanto sono buoni!!! Ah, a proposito, noi non ci conosciamo, siamo nuove e mi presento, sono Emanuela ed insieme a Maddalena pasticciamo nel nostro blog Chiacchiere ai fornelli.

    RispondiElimina
  7. le ho appena fatte con il ricordo di quello che faceva mamma, ma non mi è venuto niente, troppo poco zucchero ho messo!!!!! pensa che un mio caro amico arrivava da goteborg x mangiare queste delizie!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace che non siano venute come ti aspettavi...Certo queste non potranno mai competere con i tuoi bei ricordi:)

      Elimina
  8. Me le faceva mamma nel periodo di carnevale, sento ancora profumo e sapore!!! Top..

    RispondiElimina
  9. .. me le preparava mamma nel periodo di carnevale! Ricordo ancora profumo e sapore!.!. Ottime:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Felice di aver risvegliato i tuoi ricordi :)

      Elimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Pin It button on image hover